Esu dice: Aprite i vostri Occhi

Esu, sento che è il momento per ulteriori considerazioni. Molti cambiamenti sono iniziati e molti sembrano essere pronti. Parla di ciò che è in arrivo e di come noi dovremmo prepararci. 

Jess, ho delle cose da dire ed è il momento appropriato per queste considerazioni.

Molte cose sono successe, come tu dici, e molte verità vengono rivelate. Questo è necessario. Le persone sulla Terra devono vedere la realtà di cui fanno parte e devono arrivare a comprendere che cosa è vero e che cosa è presunto.

L’uomo è stato a lungo ingannato e gli sono state fatte credere versioni della verità che servono scopi politici. I gruppi che controllano queste esperienze, hanno creato un’illusione che impedisce alle persone di non essere d’accordo con i concetti che sono (di fatto) obbligate ad accettare, per potere essere manipolate e sfruttate. Voi vivete in una situazione incredibilmente controllata. Sistemi di credenze di sfruttamento, controllo sulle scelte delle azioni e, per finire, una cieca accettazione dei fatti presentati, rendono la maggior parte delle persone incapaci di dare voce a qualsiasi significativa obiezione per la loro esistenza. Loro nemmeno capiscono di essere manipolate.

Questo è il momento di togliere i paraocchi. Questo è un periodo in cui dolorose verità devono sostituire presupposti rassicuranti.

Il mio ruolo in questo sarà di esempio. La mia vita e le mie testimonianze saranno pietre di paragone per fare le scelte e determinare il comportamento. Sta arrivando il tempo in cui l’uomo deve fare valutazioni e prendere decisioni. Io verrò per aiutare coloro che mi cercano.

Abbiamo parlato in precedenza sulla natura delle percezioni e sui modi in cui l’uomo può prendere decisioni in allineamento con i voleri del Creatore. Questa esigenza di allineamento riflette la natura della vostra creazione. Voi siete estensioni delle idee del Creatore nella materializzazione fisica, per come voi la percepite. Voi avete il compito di esplorare l’ambiente circostante per il Creatore, per unirvi con il vostro paradigma universale. Voi non siete separati dalle vostre circostanze, ma anzi sono la fonte di ciò che sperimentate. Voi create le vostre situazioni con le vostre scelte che, di conseguenza, si occupano di risolvere i vostri conflitti. Il disaccordo con gli altri o il disagio nelle situazioni derivano dal fatto che avete consentito a quei conflitti di diventare delle realtà. Gli altri possono istigare le crisi, ma la vostra incapacità di stabilire la vostra individualità con forza espressiva, ha in primo luogo consentito che questo accadesse.

Anche in questo caso, voi ricevete aiuto se lo cercate. Io aiuterò. Il vostro sé spirituale sarà di aiuto insieme ad altre guide. Il vostro Creatore aiuterà. C’è una scintilla del Creatore in ciascuno e il suo scopo è di mantenere la vostra connessione con le idee del Creatore. Voi dovete solamente riconoscerla e la verità e la chiarezza saranno a disposizione per voi.

La riluttanza ad essere aperti al Creatore, ha causato la crisi opprimente che il vostro mondo sta vivendo ora. Cieche decisioni e egoistiche convinzioni hanno condizionato/determinato una storia globale di ostilità, cupidigia e disordine/caos intenzionale. La religione costituisce il pretesto per la guerra, anche se il suo scopo è in realtà il potere economico. I capi di governo e quelli finanziari operano insieme per estorcere sempre più reddito dai lavoratori che non hanno voce in capitolo nella strutturazione della loro esistenza. Il concetto di guida/direzione rappresentativa è un’illusione. I funzionari eletti non cercano di realizzare le volontà del loro elettorato. Loro danno ascolto solamente ai loro sostenitori finanziari e in generale prendono decisioni utili a se stessi.

Questi egoistici presupposti della élite che ha il controllo, vengono sempre più esposti come falsi. La loro credenza nella loro invincibilità sta crollando. Il controllo sta scivolando dalle loro mani. Loro si infuriano per l’inarrestabile comparsa di questa realtà, e questa comprensione è pericolosa. Gli oppositori con le spalle al muro sono disposti a fare qualunque cosa per preservare la loro precedente superiorità, compreso il distruggere quello che hanno perduto, per impedire a chiunque altro di prenderlo.

Questa pericolosa situazione ci ha costretti a muoverci per stabilizzare la Terra, come da prevista espressione dello scopo del Creatore. I supervisori dell’uomo vengono rimossi e le loro utilitaristiche manipolazioni del pubblico, vengono esposte per quello che sono. False voci di aggressione militare, sono portate alla ribalta come propaganda politica. La frenetica manipolazione economica è vista come una tattica per occultare la bancarotta. La rivendicata superiorità morale è vista come una logora/trita messinscena che nasconde una mancanza di fondamenti spirituali nella scelta delle azioni o nelle espressioni delle opinioni.

Questo sarà cambiato. La Terra sta ascendendo verso un piano spirituale superiore e l’uomo si adatterà. Non sto ad entrare in dettagli su ciò che sta per accadere. Basta che siate consapevoli che i vostri occhi si apriranno, come si suol dire. Voi vedrete con chiarezza che cosa è diventata la vostra esistenza come conseguenza della vostra cecità, e per effetto della vostra riluttanza ad operare per cambiare quello che vi infastidisce, a qualsiasi livello.

Il Cielo sta scendendo, siatene certi, e una nuova Terra presto salirà per incontrarlo.

Esu Parla della Connessione con il Creatore

Esu, intuisco che è tempo di parlare in merito ai livelli di connessione con Cristo Micael e la Sorgente Creatrice. Vedo una sconnessione tra la conoscenza predeterminata di tutti gli elementi della creazione e il piano per la scelta umana. Parla al riguardo, se vuoi.

Jess, è tempo che io parli di nuovo. Vedo che hai domande su ciò che altri hanno detto, e penso sia bene chiarire l’entità della connessione dell’uomo con il suo Creatore. Vi abbiamo detto che l’uomo è un’estensione del suo creatore. Egli è stato progettato per fare esperienza di questo livello di creazione, in maniera più diretta.  Le percezioni fisiche dell’uomo sono state sviluppate per esaminare le sue interazioni entro i limiti di questo livello di comprensione.

L’uomo sulla Terra, per come lo percepite, è coinvolto con il suo ambiente circostante, sia in maniera attiva che passiva. Egli prende decisioni su come entrare in contatto con la sua situazione, come pure valutare costantemente in che modo deve adeguare le sue reazioni per restare in equilibrio con la serie di sfide che sperimenta. Egli ha percezione di se stesso scegliendo la sua strada mediante la sua capacità di valutare le proprie opzioni.

Questo in realtà è ciò che sta accadendo su un unico livello della sua consapevolezza di sé. Egli ha scelto di incarnarsi qui, in questo livello di dimensione, per fare esperienza e imparare. Il miglior modo per farlo è attraverso tentativi ed errori. Al fine di imparare il metodo più efficace per mettere in pratica la visione di Cristo Micael, egli deve esplorare. Per essere allineato con lo scopo del Creatore, tuttavia, mentre è occupato a esplorare, deve anche tenere a mente l’intento del suo Creatore. Le scelte ponderate sono di solito più in equilibrio con gli obiettivi spirituali.

L’uomo trova che le emozioni colorino le sue scelte e le sue azioni. Le emozioni sono basate su memorie di passate esperienze, con risultati positivi e negativi che danno informazioni sulle scelte ricorrenti. Egli cerca di evitare i disagi e di andare avanti con facilità e piacere. In un certo senso, le sue azioni sono programmate da esempi precedenti. Questo processo comporta scegliere, ma è anche condizionato da preconcetti. Le scelte non sono del tutto prive di una categoria dei risultati di diverse azioni.

Le scelte non sono mai senza un contesto. L’uomo deve esaminare le possibilità per determinare quale dovrebbe essere la sua direzione. Indagine e analisi giocano un ruolo in questo discernimento, come pure esperienza e istinto. Le decisioni non sono accadimenti separati, ma costruite su una sequenza di precedenti risultati che danno forma alla nuova scelta.

È vitale che l’uomo si renda conto della complessità del prendere una decisione. Egli deve rendersi conto che attinge dalle sue esperienze e dalle sue informazioni acquisite mentre da forma a una rotta verso un nuovo risultato. Egli deve anche essere consapevole che le sue passate esperienze colorano le sue percezioni e che i dati che ha raccolto non sono completi. Il suo obiettivo è di prendere decisioni che siano il più possibile informate/consapevoli e inclusive. Questo gli consente di avere un giudizio più equilibrato.

Questo contesto deve poi essere ulteriormente misurato in termini di parametri spirituali. Qualunque decisione deve alla fine essere valutata in termini di relativo allineamento con lo scopo del Creatore. La visione del Creatore include tutti gli aspetti della sua creazione, e le decisioni dell’uomo dovrebbero incarnare questa natura integrale. Nessuna decisione è priva di ramificazioni all’interno dell’esperienza dell’uomo sulla Terra.

Questo processo per prendere decisioni è costruito per soddisfare il tipo di incarnazione dell’uomo. Egli percepisce la storia come se fosse lineare e lo spazio come e avesse un’ampiezza. Questa percezione gli da gli strumenti per esaminare la sua esistenza di sperimentazione. La sua consapevolezza e conoscenza è definita nei suoi termini tridimensionali, benché la sua natura spirituale si sposti verso una frequenza vibrazionale più alta di quanto già precedentemente definito dalla sua comprensione.

Questa è una dicotomia. L’analisi dell’uomo è in fase di transizione anche quando non è consapevole dell’espansione dei fattori che adesso deve esaminare. Ecco perché decisioni che in precedenza erano valide, adesso non funzionano e portano alla disinformazione. È necessaria una nuova stratificazione della percezione, una con degli aspetti di adeguamento ai nuovi componenti spirituali e altri (aspetti) che si perdono nella routine e nella abitudine.

Questa stratificazione non fu accidentale. La natura dell’ascensione permette a chi ascende di comprendere di più e di discernere una più completa natura spirituale della loro esperienza. Cristo Micael Aton ha stabilito che la Terra ascenderà, e gli effetti di quello spostamento stanno diventando ovvii. Le scelte dell’uomo restano praticamente libere, ma il loro contesto sta cambiando.

In tal senso, si può dire che le libere scelte dell’uomo sono prescritte entro un modello stabilito. I parametri che egli percepisce come determinazione positiva e negativa, di successo o di fallimento, sono pre-determinati. La natura del successo è stata creata per essere in quel modo, con la definizione di successo programmato per soddisfare un ideale universale. Il processo per scegliere, fu progettato per fornire un senso di esperienze indipendenti, benché i risultati finali fossero già pianificati. Mentre ascende, l’uomo comprende di più riguardo a questo sistema onnicomprensivo che utilizza la sua esplorazione ad un solo piano/monostratificata. Egli comincia a vedere che le decisioni individuali sono necessarie per la sua esistenza fisica, ma anche che le sue azioni, nel loro complesso, devono far parte di una vasta visione universale.

Adesso è il tempo in cui l’uomo sta cominciando a vedere questa stratificazione della scelta e lo scopo. È chiaro che il suo ruolo sta assumendo consapevolezza di questa più ampia visione per la sua esistenza. Le scelte dell’uomo devono adesso essere temprate con un nuovo scopo e una nuova percezione. Esse devono essere parte integrante di un quadro più ampio per l’ascensione della Terra.

L’uomo è parte del suo Creatore. La sua connessione è completa, che se ne renda conto o no. Il vostro ruolo dovrebbe essere quello di aiutarlo a comprendere questa realizzazione.

Esu

Esu parla su molti argomenti

Esu, cominciamo.

Jess, questa è una dettagliata discussione su molti argomenti. È tempo che io affronti contenuti che saranno importanti nei giorni e nelle settimane a venire.

Molti di voi vedono come va il mondo – i suoi giochi per il potere e il dominio fisico. Sono ben consapevole delle provenienze e delle previsioni per queste azioni, di chi sta tirando le fila e di chi è stato ingannato. L’uomo ha creato questo vicolo cieco, sfortunatamente, ed è suo il problema da risolvere. Egli può avere tutto l’aiuto che chiede, per come lo chiede, sia fisicamente che spiritualmente, ma sovente agisce come se egli potesse trovare la soluzione per conto proprio.

I problemi più intricati sono interconnessi, e una serie di azioni si basa sull’ipotesi di cambiamento in altri settori. L’aggressione militare si fonda su una credenza nella sicurezza economica; i rischi economici si basano su una presunzione di sovranità. Il controllo governativo fa affidamento sul potere per determinare il comportamento. Il comportamento della gente viene manipolato tramite una condizionata mancanza di motivazione. Le accentuazioni educative imposte e gli insegnamenti religiosi politicizzati, giocano un ruolo importante nel limitare la capacità dell’uomo a percepire oggettivamente.

Questa confusione di esigenze culturali, in genere preclude ogni sorta di ragionato discernimento. L’uomo compie azioni in maniera meccanica senza farsi troppe domande sul loro scopo. Egli è bloccato in una esistenza che gli chiede di usare le sue capacità fisiche senza fare questioni. Qualunque sensazione di dubbio o insoddisfazione viene etichettata come sleale verso il programma sovrapposto.

Il concetto che l’uomo non è in grado di esaminare se la sua situazione è efficace per lo scopo della sua vita, è completamente in contrasto con la missione spirituale da intraprendere, per la quale era stato creato. L’uomo è un’estensione del suo Creatore e come tale è progettato per esplorare e fare esperienza per lui. La creazione non è altro che un’idea manifestata per consentire di imparare dalla sua manifestazione.

Una errata percezione, tutta particolare, del posto dell’uomo nella creazione, ha contribuito al tipo di problemi che egli ha sviluppato. Per sradicare gli elementi della ribellione contro il suo progetto per l’Universo, il Creatore mise i suoi peggiori antagonisti in quarantena spirituale per impedire un diretto coinvolgimento con i suoi piani. I disturbatori hanno dovuto riscoprire la vera natura dello scopo della Creazione, attraverso le proprie esperienze.

I sorveglianti iniziali della Terra erano coinvolti con la ribellione e l’uomo che si è incarnato qui intenzionalmente, si è evoluto senza una esplicita consapevolezza della sua vera natura spirituale. Continuò ad esserci la possibilità di una connessione con lo spirito, ma ciò ha richiesto la buona volontà a coltivare un allineamento con le prospettive universali, al di là delle individuali esigenze di base. Lo sviluppo spirituale dell’uomo fu ulteriormente complicato da una ibridazione fisica compiuta da esploratori non di questo mondo, che cercavano di sfruttare le risorse della Terra. L’uomo fu reso fisicamente più forte, ma mentalmente asservito ai desideri dei suoi controllori.

Per aiutare l’uomo a crescere oltre i suoi limiti imposti, numerosi insegnanti e esempi di verità e bellezza sono comparsi, nel corso della storia, per suscitare la consapevolezza dell’esistenza dell’uomo al di là delle ordinarie abitudini/routine. L’arte, la filosofia e le credenze/fedi religiose sono tutte cresciute attingendo da questa ispirazione. La percezione che l’uomo ha di queste verità spirituali, è rimasta purtroppo offuscata e distorta. Alcuni, incarnati con il compito di imporre le loro idee sui molti, hanno continuato a fare uso di questi esempi per i loro propri scopi. Simboli di verità spirituale universale, vengono ancora distorti dalla loro purezza per farne degli strumenti di controllo e manipolazione.

Questa manipolazione cambierà solamente quando l’uomo inizierà a modificare la sua visione di sé e della sua esistenza. Abbiamo fornito numerosi esempi e insegnamenti nel corso dei decenni per (poi ricavarne) un vantaggio inferiore di quanto avevamo sperato. Alcuni dei più percettivi hanno sviluppato la capacità di osservare se stessi in modo obiettivo e vedere che la loro vita manifesta la disconnessione dalla volontà del Creatore. La maggior parte, tuttavia, restano ciechi (di fronte) al danno causato dal loro comportamento controllato (ndt: nel senso di ‘programmato dai manipolatori’).

Sebbene non abbiamo rinunciato al fatto che l’uomo si renda conto che è necessario che il suo scopo individuale si riallinei con quello del suo Creatore, noi abbiamo deciso di andare avanti con un programma più ampio, di cui l’uomo è solamente una parte. La Terra il relativo settore (ndt: in cui essa si trova) dell’universo del Creatore, deve cambiare la frequenza della sua energia per farla salire fino a un livello dimensionale più in sincronia con l’intenzione del suo progetto originale. Di conseguenza, molte delle manifestazioni di squilibrio e disarmonia saranno modificate o del tutto eliminate, affinché questa parte della creazione possa funzionare più in linea con la verità spirituale. La spinta egocentrica dell’uomo per il controllo e la sovranità/dominazione, in passato ha portato questo pianeta ad un tale livello di danneggiamento che fu considerato quasi irreparabile. La Terra stava per essere ripulita, per consentirle di ricominciare, per la durata di diverse migliaia di anni, con nuovi mandati dimensionali. Se ciò fosse accaduto, l’uomo sarebbe stato rimosso insieme a tutte le altre dannose aberrazioni.

La situazione è cambiata quando una quantità sufficiente della popolazione della Terra ha iniziato a vedere lo scopo più ampio che coordina la loro esistenza che in precedenza era miope. Hanno cominciato a comprendere che l’uomo aveva una missione spirituale ben più grande (da compiere) sulla Terra. Anziché considerarsi come esseri sconnessi che lottano per trovare una qualche sorta di identità che li definisse, si resero conto che ogni uomo faceva parte di una vasta rete spirituale, che era un’estensione della visione universale del Creatore.

L’uomo cominciò anche a rendersi conto di essere responsabile per come aveva vissuto in quell’universo. Egli vide che tutte le sue azioni e reazioni erano estensioni della sua propria percezione. Le decisioni basate unicamente sul proprio interesse sono state riconosciute per il fatto di essere spesso disallineate rispetto alle più alte intenzioni spirituali. Le azioni basate su tali motivazioni personali, tendevano a ignorare gli interessi delle altre persone. Questa egoistica mancanza di considerazione, ha portato a disaccordi e lottare apertamente. La storia dell’uomo su questo pianeta è stata quella delle preoccupazioni egoistiche e del dominio su gli altri. Gli abitanti della Terra hanno rinunciato, molto tempo fa, al loro allineamento con la verità del Creatore, per puntare su gratificazioni dei sensi e soddisfazioni personali. Le conquiste dell’uomo sono state un compromesso, come un premio-di-produzione che non esemplifica/non fa vedere le vere possibilità delle co-creazioni plasmate dalle verità universali.

Il desiderio per il controllo ha portato in manifestazione l’avidità e le restrizioni. Quelli che hanno avuto successo nell’arraffare di più, hanno creato un sistema per impedire agli altri di avere successo. Le risorse vengono controllate e distribuite in quantità monitorate. Questo sistema porta beneficio a quelli che fanno funzionare il processo, ma derubano chi è stato manipolato. Un maggiore controllo genera più autorità su gli altri che sono controllati. I sistemi culturali sono sviluppati per garantire che il controllo permanga. Le opzioni per altre scelte vengono rimosse e la lunga esperienza dell’uomo con comportamenti imposti, gli induce un falso senso di sicurezza e di indifferente/distratta apatia. Questa condizione viene amplificata attraverso spiegazioni costantemente coordinate e limitate diffusioni delle informazioni.

Quelli che hanno assunto il potere sulle risorse della Terra, dettano quali politiche emetteranno i presunti governi rappresentativi, per controllare il loro elettorato. I funzionari eletti ignorano quelli per conto dei quali parlano e negoziano con i mediatori di potere per garantirsi il proprio posto nel gruppo di controllo. Per placare gli elettori, i funzionari trasmettono false immagini per mascherare la realtà dell’esistenza dell’uomo. Le paure vengono potenziate per favorire la sfiducia e la rabbia, evitando qualunque sorta di analisi approfondita. Mezze-verità vengono prodotte in serie di continuo, per impedire che si vada oltre il più superficiale discernimento.

Questo sta cambiando. Ogni giorno sempre di più aprono gli occhi e realizzano che sono controllati. L’invasione della verità spirituale è inarrestabile, a questo punto.

È stata presa la decisione che la Terra cambierà, e dal momento che un sufficiente numero dei suoi abitanti sta vedendo almeno un barlume della visione del Creatore, è stato concordato che anche l’Uomo sarebbe asceso insieme con il suo ambiente circostante. Quella decisione non aveva precedenti e le ramificazioni/conseguenze coinvolte nell’elaborazione di quel processo, hanno reso questo percorso verso l’ascensione più difficoltoso del previsto. Il vasto numero delle persone implicate è un fattore che si aggiunge al quasi collasso del pianeta, e la criticità dei loro livelli di consapevolezza e adeguatezza fisica, hanno interessato la cronologia del momento ottimale.

A questo punto, le difficoltà sono state risolte e il processo è iniziato, benché quelli che tentano di controllare l’uomo stiano ancora resistendo a questa inevitabile trasformazione. Loro stanno combattendo con ogni ultimo tentativo immaginabile per preservare quello che vedono che sta sfuggendo da loro. Le loro decisioni diventano sempre più irrazionali e disperate. Voci di guerra sono la tattica dello ‘specchietto per le allodole’ per usare le memorie emozionali dell’uomo e bloccargli la sua capacità di discernere la follia delle intenzioni dei suoi leader/capi. La propaganda dai toni alti (ndt: sbraitata) che accompagna queste minacce, maschera opportunamente la bancarotta morale e finanziaria di coloro che chiedono la guerra. Quelli che di fatto stanno controllando il denaro, usano i capi di governo per la fabbricazione di questi scenari per l’invasione, non per ragioni idealistiche, ma per aumentare le rendite prendendo il controllo delle attività/dei beni di altre nazioni.

Non lasciatevi ingannare. Non accettate alcuna spiegazione che non sia stata determinata da voi stessi. Esaminate/analizzate quello che sta accadendo. Distinguete le motivazioni per le quali gli eventi hanno luogo. Seguite il filo/la traccia dei benefici per scoprire chi trae vantaggio da ogni cosa. Una volta fatto questo, rendetevi conto del ruolo che giocate in questa situazione. Ogni persona può controllare solamente le proprie individuali circostanze, ma se le sue decisioni sono allineate con il più ampio scopo spirituale del Creatore, ogni azione influenzerà molti, al di là della situazione stessa. Ricordatevi sempre che dovete agire con responsabilità per voi stessi, con la conoscenza del perché scegliete di agire in un certo modo. Una volta fatto questo, voi iniziate ad essere coinvolti nella rete dell’umanità di cui fate parte.

Ora è il momento per iniziare. Ora è il momento per cominciare ad allontanarsi dal caos in una gloriosa espressione dello scopo dell’universo. Il cambiamento si approssima e dovete abbracciare il vostro ruolo.

Esu

Esu parla del completamento e della chiusura

Jess- Esu, l’argomento che mi è venuto in mente è stato il completamento e la chiusura. Vorrei chiedere dei commenti che abbiano un senso di sommatoria e di direzione. Ho la sensazione che il tempo sia pronto per il cambiamento.

Esu – Ciao, Jess. Sono venuto a parlare ancora. Noi abbiamo creato una serie di commenti in cui uno riprende da dove il precedente aveva smesso. I titoli indicano la continuazione. Questo era forse inconscio da parte tua, ma il collegamento è lì. Abbiamo lavorato attraverso la preparazione, la definizione degli atteggiamenti, e il saper discernere ciò che è appropriato per le persone. Abbiamo incoraggiato l’ indipendenza e guidato i lettori a cercare la compassione e l’ equilibrio con gli altri. Abbiamo parlato della vita dell’ uomo sulla Terra e descritto i modi che questa ha misurato la sua capacità di adattamento. Gli eventi si sono inevitabilmente concretizzati dalle idee sbagliate dell’ uomo, e l’ esistenza in cui vi ritrovate in questo momento è il culmine di migliaia di anni di compromessi e di cattivo giudizio.

E’ tempo di porre fine a queste inefficaci occupazioni. L’uomo è diventato abbastanza consapevole di sentirsi insoddisfatto. Egli non può ancora conoscere le ragioni del suo malcontento, ma sente che la sua vita può essere diversa. Ogni elemento della sua esistenza è colorato dalla disinformazione che lo intrappola, e la maggior parte degli uomini non sono in grado di vedere le ragioni di questo.

L’uomo è stato manipolato e diretto contro la sua natura da controllori che hanno avuto la possibilità di determinare le regole che volevano imporre. Questo può essere etichettato governo, ma è più precisamente coloro che controllano i governi – persone con risorse illimitate e una convinzione senza restrizioni del proprio diritto a determinare il comportamento dell’ uomo. Questa convinzione deriva da una incapacità di vedere il proprio collegamento con il Creatore. Per comodità, possiamo dire che questa cecità sulla Terra è iniziata con l’interferenza di gruppi extra-terrestri, con poca preoccupazione per lo scopo spirituale di questo pianeta.

Come risultato di questa interruzione, alla Terra è stato tolto l’ attuale processo di crescita Universale ed evoluzione. E’ diventata un pianeta in quarantena per consentire il funzionamento di molte sfide alla visione del Creatore. Questo radicale passo ha ottenuto un notevole successo, in molti modi, ma su tali fondamentali questioni emotive come rabbia, predominio, rifiuto, o continua critica dettata alle preoccupazioni dell’ uomo. Le ragioni per il loro essere stimoli emotivi non sono state esaminate oggettivamente, come regola generale. A sua insaputa, il pensiero dell’ uomo è stato condizionato per convalidare la fiducia in se stessi dei suoi controllori. Questa distorsione dello scopo della Terra per il beneficio di pochi è in contrasto con la visione evolutiva del suo Creatore. La predominanza sugli abitanti della Terra per la gloria e la soddisfazione personale di pochi, non è mai stata l’ intenzione del Creatore.

Nonostante il caos ed i disagi che questa sequenza di azioni ha prodotto, il Creatore della Terra ha mantenuto l’ indipendente stato di osservatore per vedere come la sua creazione avrebbe affrontato queste inaspettate crisi. Il Creatore impara anche, mentre la sua creazione capisce il modo di assimilare i propri problemi e diventare indipendente da tali sfide. Lui interviene solo quando il suo scopo non sia un’ influenza determinante nelle decisioni e nel comportamento della sua creazione.

L’amore del Creatore per questa specifica creazione è senza pari. Ha scelto una incarnazione qui (Gesù) per compiere la sua evoluzione come Sovrano del suo Universo. Ha continuato a vegliare sul suo pianeta di conferimento, anche se quest’ ultimo ha sviluppato un disprezzo quasi irreparabile per le sue intenzioni.

L’ uomo in questa incarnazione è stato creato originariamente per essere esempio del suo Creatore entro i parametri dimensionali di questo pianeta. E’ stato progettato per funzionare in modo indipendente, anche se ha ceduto il senso di connessione con il suo Creatore. Il suo compito era quello di trovare un modo nuovo con solo un barlume di questa connessione a guidarlo. Questo viaggio è la storia della incarnazione dell’ uomo sulla Terra. Ha cercato, spesso inconsapevolmente, dei modi per ristabilire la sua connessione con il suo Creatore. Questa esigenza di connessione ha assunto molte forme e interpretazioni, come risultato delle indagini intellettuali dell’ uomo. La comprensione incompleta ha sviluppato credenze erronee e filosofie. Le errate interpretazioni e i ragionamenti basati sull’ ego hanno portato la consapevolezza spirituale dell’ uomo in molte direzioni sbagliate.

Questo ha giocato una vasta gamma di esperienze per il Creatore, ma non può andare oltre, con qualche parvenza di scoperte produttive. L’uomo ha raggiunto il limite della sua utilità come abitante sperimentatore all’ interno di una civiltà dualistica. E’ tempo che lui sia a conoscenza della sua piena natura spirituale all’ interno del paradigma di un pianeta in evoluzione. Egli deve capire il suo rapporto con il suo ambiente e il suo Creatore, ed imparare a prendere decisioni basate su questa interconnessione. Le sue azioni devono essere basate sul discernimento, con la compassione necessaria, per mantenere la più grande rete di comunità spirituale.

Vi ho parlato di completamento e chiusura. Completamento in questo senso significa proseguire un’ azione al suo risultato finale. Le idee dell’ uomo hanno creato i suoi sistemi di credenze e dominato le circostanze che le hanno generate. La sua mancanza di comprensione gli causato ignorare la simbiosi necessaria per lui per vivere in equilibrio con il pianeta. Queste cause e ed effetti che si sono manifestati stanno volgendo al termine, ma l’uomo tende sempre a ritornare alle azioni che rimangono condizionate dalla sua formazione e dalle sue esperienze di vita. Molto deve essere interrotto e molto deve essere cambiato.

Il tuo incarico, e quello dei tuoi lettori, è assistere questo cambiamento. Ciò implica la chiusura nel risolvere un problema. Portare ad una soddisfacente conclusione una situazione porta la positiva chiusura. Le emozioni e le idee investite in un’azione possono continuare a colorare la visione di un partecipante del suo comportamento, ma il suo senso di completamento porta ad un senso di finalità.

L’uomo imparerà a discernere. Le sue percezioni limitate saranno ampliate, e le sue risorse intellettuali saranno nutrite; in parte dagli esempi personali e di leadership dei vostri lettori. La comprensione dell’uomo della sua natura spirituale sarà illuminata; saranno coordinate le azioni successive con le intenzioni del Creatore, di cui è un’estensione. I sistemi di credenze che si sviluppano porteranno la trasformazione ai suoi attuali miopi pregiudizi religiosi. Le personali interazioni saranno in linea con le verità universali, e gli sforzi di collaborazione saranno strutturati con la consapevolezza dell’ unità e dell’ uguaglianza.

Le decisioni culturali saranno basate su accordi tra gli individui in allineamento con la verità spirituale. Un gruppo di uomini non presume una superiorità sugli altri uomini. Le competenze individuali ed i tratti culturali saranno riconosciuti come uno spettro di talenti personali che possono essere utilizzati per il miglioramento di tutti. Ogni persona è unica, con un ruolo da giocare con gli altri in una ricerca unificata per l’ascensione .

Tutti i sistemi di credenze attuali devono realizzare un senso di chiusura positiva. Essi non devono continuare a influenzare le concezioni spirituali dell’ uomo. Egli deve essere libero di esaminare e scegliere in modo indipendente. Vi forniremo le linee guida ed esempi di come raggiungere questo completamento.

Questo cambiamento inizia ora. L’uomo presto vedrà la realtà della sua esistenza e il luogo inimmaginabile che è gli stato dato per l’ evoluzione del suo pianeta e del suo universo. L’evidenza del suo scopo sarà messa in chiaro. Egli potrà quindi rendersi conto di non aver bisogno di avere insegnamenti o assegnazioni. Vedrà che l’uomo deve guardare solo a se stesso per vedere la sua vera natura. Tutto è luce e l’uomo è parte di essa, egli lo riconoscerà. Quando lo farà, saprà che deve brillare ancora di più in modo che anche gli altri possano vedere se stessi in modo più chiaro.

Esu.

Traduzione Ben Boux

Siraya parla della Storia Spirituale dell’Uomo

Siraya, hai dei commenti? E’ bene avere una visione più ampia. Voglio fare un passo indietro e vedere gli eventi con più contesto.

Jess, Io parlo con autorità e comprensione.

Molta enfasi viene posta sulle ramificazione di un singolo evento segnalato.
Questa non è un’azione insignificante. I fratelli che si sono riconciliati
diressero lo sviluppo del vostro pianeta. Loro e la loro famiglia crearono la
natura fisica della vostra residenza e, infatti, crearono la natura fisica che
state utilizzando per identificarvi e distinguervi. La loro storia e le loro
scelte influenzarono le vostre opzioni e la vostra incarnazione.

Questo è stato probabilmente l’agente più influente con cui l’uomo ha avuto a
che fare nel modellare la sua vita sulla Terra, e fu un’influenza (ndt:
interazione, ascendenza) causata per caso. Dovete rendervi conto che un
universo – anche uno piccolo – è vasto. Il Micael che crea la forma e lo scopo
di un universo è rappresentato dalla struttura della sua creazione, ma deve
lasciare che essa scelga la sua direzione verso quello scopo. Egli determina i
progetti che la creazione manifesta e avvia la sequenza di cause ed effetti che
danno alla sua creazione la forma propria, basata sulle sue idee e sui suoi
parametri. L’universo definisce il modo [in cui] incorpora le idee del Micael.
Il Micael è attento, ma distaccato dall’effettivo scegliere. Una volta che una
scelta è fatta, essa deve essere risolta (ndt: arrivare a compimento). Il
processo può essere interrotto, ma il senso di incompletezza/imperfezione
permane.

Voi avete qualche storia di questa interruzione che è diventata la vostra
fisicità. Per lo più le storie raccontate sono solo parzialmente accurate. Le
motivazioni per l’interruzione dello sviluppo della vostra vita erano
complesse, ma fondamentalmente egoiste e sconsiderate. Le guerre galattiche che
precedettero questa interazione furono immensamente distruttive – così tanto
che esse causarono un cambio di paradigma nelle intenzioni di questo universo.
La rottura ha richiesto nuove soluzioni per consentire la guarigione e la
ricrescita in entrambe le dimensioni, quella spirituale e quella fisica.

Molti dei gruppi coinvolti nella lotta erano concentrati sulla loro propria
sopravvivenza. Essi non avevano la consapevolezza di una visione più ampia di
intenzione e cooperazione. Ciò nonostante essi erano agenti nell’elaborare la
nuova struttura che si presentò al Creatore (ndt: che il Creatore si trovò
davanti). Essi presero delle decisioni e le loro scelte si manifestarono in
azioni che misero in moto sequenze di eventi che non erano stati pianificati.
Questo [nuovo stato di cose] divenne un altro modello di apprendimento ed
esperienza, anche se inizialmente non era stato previsto in quel modo. Queste
scelte, dopo tutto, erano solo alcune dell’infinita serie di opzioni per una
concreta espressione della realtà del Creatore.

Molti furono i gruppi ad interagire con lo sviluppo della vostra civilizzazione
e ciascuno di essi ha lasciato aspetti della propria natura nella
personificazione fisica che avete sviluppato. Gli Anunnaki furono solo una di
tali famiglie/gruppi, ma il loro impatto ha avuto un effetto più profondo sul
vostro senso di identità culturale. Loro si sono imbattuti nel vostro pianeta,
in un certo senso, e si sono accorti del suo potenziale per soddisfare le loro
proprie esigenze. Il loro obiettivo non era nell’intenzione di Cristo Micael
Aton, ma una volta che hanno iniziato la loro missione, le decisioni che
presero per controllare e modificare la Terra furono inarrestabili. Il
paradigma della Terra era stato spostato. La loro tecnologia era talmente al di
là di ciò che gli abitanti della Terra avevano sviluppato, che divennero degli
dèi e le persone li adoravano.

Le prospettive degli Anunnaki e gli esempi dei loro comportamenti e
interrelazioni, distorsero il progettato sviluppo della natura spirituale e
fisica dell’uomo. Lo sviluppo spirituale è un processo lento e la crescita in
corso sotto l’osservazione del Creatore, fu interrotta prima che potesse
raggiungere maggiore maturazione. L’uomo aveva molto potenziale, ma le sue
immature percezioni furono incanalate in una diversa direzione per servire gli
interessi dei suoi conquistatori. Lo sviluppo dei parametri spirituali
dell’uomo ebbe un ristretto contesto per continuare la crescita che era stata iniziata.
Le sue [dell’uomo] percezioni ed i suoi pensieri furono ri-focalizzati su una
esistenza più utilitaristica che servì gli interessi degli Anunnaki.

Il vostro pianeta ha avuto abitanti per molte migliaia di anni prima
dell’arrivo degli Anunnaki, e alcuni gruppi avevano conseguito più elevati
livelli di sviluppo culturale rispetto ad altri. Quasi nessuna traccia
materiale di quelle culture è sopravvissuta a oggi. Quando arrivarono al vostro
pianeta, gli Anunnaki stavano cercando specifici elementi che mancavano sul
loro pianeta. Gli insediamenti che stabilirono in quella [area] che divenne la
vostra Africa, sfruttarono gli abitanti per i loro propri scopi.

Avete sentito le storie delle attività minerarie degli Anunnaki e dei loro
tentativi di modificare la capacità fisica dei lavoratori. Più significativa fu
l’influenza che i feudatari/proprietari terrieri ebbero sulle percezioni
culturali dell’uomo. La loro presenza e il loro predominio cambiò i paradigmi
intellettuali delle culture da loro controllate. Loro introdussero l’idea di
sottomissione e cieca fedeltà all’uomo. Il loro esempio di controllo distorse i
concetti spirituali dell’uomo. Insegnarono che Dio potrebbe essere volubile.
Dio potrebbe essere vendicativo. Dio potrebbe punire per ragioni egoistiche.
L’uomo copiò gli esempi dei suoi ‘dèi’ e imparò ad essere bellicoso e a pensare
a sé-stesso.

Il rimodellamento spirituale fu il contributo più significativo degli Anunnaki.
I concetti religiosi che si sono sviluppati a seguito della loro influenza,
continuano a modellare il senso che l’uomo ha della sua relazione con gli altri uomini. Le guerre possono essere combattute in nome della religione. Una cultura è migliore di un’altra perché loro detengono il controllo. Non importa quali espressioni i movimenti
culturali hanno in definitiva sviluppato, le loro percezioni spirituali sono state attutite/smussate con l’esempio del controllo degli Anunnaki.

Questa interferenza ha avuto un’influenza globale, plasmando tutto quello che
lo sviluppo dell’uomo ha perseguito. Le priorità politiche vengono stabilite
[secondo] approvazione religiosa. Il predominio economico e la rovina sono
giustificati e desiderati/auspicati. La soddisfazione personale è più
importante della compassione e considerazione degli altri. Tutti i sistemi
religiosi dominanti e le credenze ora in essere, sono stati veramente seminati
da elementi degli Anunnaki per il bisogno di controllo assoluto.

Il Creatore dell’uomo ha continuamente consentito/assegnato la direzione
spirituale tramite insegnanti/maestri incarnati ed esempi che l’uomo ha creato
per esemplificare le idee che erano state ignorate e dimenticate. Alcuni
[insegnanti] furono gli Anunnaki stessi. Altri giunsero da regni spirituali
superiori per tentare di elevare di nuovo l’uomo. La storia spirituale
dell’uomo ha registrato questi aiutanti, ma spesso la loro importanza è stata
riconosciuta solo da pochi. Questi pochi hanno sviluppato loro correnti
spirituali e questo contrastante senso di risvegliata consapevolezza ha spostato
il paradigma spirituale sulla Terra ancora e ancora. Questo sta accadendo
ancora una volta in questo tempo/momento.

Dovete ricordarvi che tutto viene influenzato da tutto il resto. Ciò che l’uomo
è oggi/ora, è il risultato del suo passato. Una volta che l’energia è messa in
movimento essa continua a muoversi, avendo un impatto su ogni cosa che
interseca. Ogni azione ha conseguenze su ogni situazione simile, e ogni
interazione riformula i paradigmi con i quali entra in contatto. Ogni nuova
situazione che ne consegue, richiede nuovi approfondimenti per prendere
ulteriori decisioni.

Ma queste decisioni non accadono puramente a casaccio. Il risultato finale
predeterminato dal Creatore, governa la direzione che il flusso prende. La
spontaneità è condizionata, in primo luogo, dalla motivazione della decisione.
La bellezza della creazione è l’abilità dell’uomo di scegliere come conseguire
il risultato finale, ma egli non determina il risultato finale. Il
discernimento gioca un ruolo, ma opera entro i paradigmi che il Creatore ha
previsto per il suo Universo.

Solamente il Creatore conosce l’intero scopo della sua creazione. L’uomo può
tentare di comprendere le sue intenzioni e allinearsi a questi paradigmi, ma le
sue percezioni sono condizionate, basate sull’ampiezza del suo allineamento con
la sua fonte. Non è compito dell’uomo giudicare che un modo è buono e uno è
cattivo, tranne nel contesto delle proprie percezioni. Come può lui da solo
determinare che una opinione è migliore di un’altra? Nessuno può stabilirlo se
non il Creatore. È responsabilità dell’uomo chiedere che cosa è quella determinazione.

Esu Parla della Critica e della Presunzione Sessuale

Esu, parliamo un po’? Ho problemi con gli atteggiamenti sessuali che io percepisco e con la mia apparente mancanza di associazione/interesse con le preoccupazioni politiche. Mi sento separato e osservo le situazioni da una diversa prospettiva. Sento che non sei in disaccordo altrimenti  avresti fatto sì che io fossi più in conflitto.

Si, Jess, sono qui. Hai lavorato, attraverso le tue percezioni, su molte questioni con le quali, molto francamente, dovrai avere a che fare. Io non ho ritenuto necessario interpormi in questo processo. Ho avuto fiducia che avresti raggiunto le posizioni più appropriate su questi argomenti. Noi abbiamo osservato i tuoi processi di pensiero e abbiamo orientato le tue idee a seconda del caso.

Posso dire delle cose, ma penso che tu sappia cosa dirò. La tua è una percezione di più compassione rispetto alla maggior parte di quelli che affrontano le questioni. Tu ti poni “dall’altra parte” (ndt: nei panni dell’altro), per così dire, e vedi i problemi i modo diverso. Questo era lo scopo nel costruirti questa incarnazione. Tu hai visto i problemi degli uomini gay (ndt: dell’omosessualità maschile) come un problema assai cruciale con/su cui lavorare e tu stesso ti cali/metti nei problemi per essere in grado di comprenderne la natura intuitiva. Questo stile di vita, come viene chiamato, non è, in linea di massima, una scelta razionale. Si tratta di una costrizione profondamente radicata che sfortunatamente si è manifestata in modi/forme fisicamente dirompenti.

Non sto dicendo che queste scelte furono buone o cattive. Quello che intendo dire è che esse erano meno favorevoli alla progettazione fisica che vi è stata data per manifestare la vostra natura spirituale in questa dimensione. Si tratta di decisioni che in definitiva sono dannose per un individuo.

Nemmeno intendo dire che le più dannose decisioni sono universali. Inoltre esse non sono prese da uomini unicamente nello/entro lo spettro gay. Nemmeno sono così poco comprese quanto lo erano trenta anni fa. Così tanta ricerca e comprensione è stata suscitata dalla comparsa dell’AIDS, che l’uomo ha alzato il suo livello di sensibilità in molte aree. L’uomo ha cambiato posizione in termini della sua comprensione dello smisurato campo della sessualità e delle percezioni culturali della funzione del sesso. Sono state esaminate attitudini storiche. Per molti, la fusione spirituale con azioni fisiche è diventata una comune attitudine. La natura della comprensione sessuale è ora più complessa.

Avevo detto che Io non voglio redigere un nuovo elenco di proibizioni/divieti – anche se le azioni creano problemi. Io voglio insegnare che esistono scelte migliori. Io voglio amare gli individui e dire loro che ci sono vie più spirituali per raggiungere un livello superiore di conoscenza. Non voglio condannarli e farli sentire meno uguali di chiunque altro solo perché sono diventati condizionati ad una serie di comportamenti meno ottimali. Non sto buttando via il bambino con l’acqua sporca, per usare di nuovo quella frase.

Avete perso la pazienza con la tempificazione per il cambiamento. Sentite che la cosa migliore da fare è continuare con il lavoro in cui siete coinvolti. Anche così influenzate a livello subliminale quelli attorno a voi. A questo punto questo è il meglio per voi. Onestamente non potete lasciar cadere/interrompere tutte le tue attività che sono in movimento/in corso. Noi stiamo lavorando al nostro piano/programma. È immenso e non potete comprendere i livelli di dettaglio che siamo tenuti a considerare/realizzare. Il calendario delle stagioni e il rapido scorrere dei giorni esistono solo nella vostra percezione, rendetevene conto. Noi misuriamo i nostri adempimenti in termini di risultati, non di giorni persi. So che questa non è una consolazione, ma è una spiegazione.

Ti dico di non preoccuparti della politica. Comprendo la tua frustrazione per l’insensibilità e rifiuto a osservare i problemi da una prospettiva più ampia. L’ego è un fattore nella maggior parte delle decisioni di controllo. Il caos sta salendo in superficie e vorrei suggerire di guardare le situazioni con distacco e anche perplessità sul limite della disponibilità della gente a lasciare andare il controllo. Alle persone è stato insegnato a non pensare; solo reagire emotivamente. Le loro emozioni sono state manipolate, e le persone hanno idee costruite, non capiscono che sono state programmate in loro.

Parlerò anche della rabbia. So che avvertite che la critica costante nutre solamente la rabbia verso qualche problema. Sminuire l’oggetto della critica è una pratica comune. C’è un senso di potere e superiorità nel trovare difetti in un altro. Gli interessi dell’ego vengono placati nel sentirsi migliore di qualcun altro. Le reazioni fisiche ed emotive attraverso cui passa una persona con l’atto della critica, sono tossiche/creano dipendenza. Esse consentono a una persona di trasferire la responsabilità personale a qualcuno da biasimare a causa della loro mancanza di soddisfazione.

Le persone non sono da incolpare per il vostro disagio. Tu sei il solo responsabile. Tu consenti a te stesso di dare spazio ai problemi che sai che attireranno certi fattori scatenanti/certi inneschi. Anziché insegnare con calma un modo migliore di essere allineato con il concetto creativo e permettere a tutti di lavorare insieme per il progresso spirituale, la maggior parte delle persone ignora il proprio ruolo in questo dialogo e accusa gli altri di essere la causa del disagio.

È molto probabile che le decisioni dell’altra persona siano state prese senza l’intenzione di danneggiarvi/nuocervi. Ne siete influenzati solo perché non avete risolto questioni personali che vengono esasperate dalle azioni di un’altra persona. Rafforzare/incrementare un errore non è il modo per risolvere i tuoi problemi.

Disinnescate/sdrammatizzate queste situazioni. Non esacerbatele/non inaspritele.

Questa raccomandazione è particolarmente appropriata quando vi trovate di fronte a situazioni che si sono trasformate in seri disequilibri. Le questioni gay mettono a disagio, ma non le potete affrontare sentendovi superiore e condannando quelli coinvolti in quello stile di vita. Non siete migliori di loro. In alcuni casi siete più consapevoli. Non dovreste presumere di sapere tutto, né presumere di potere giudicare. Il vostro lavoro sarà di aiuto nell’essere di supporto e compassionevole. Voi non sarete giudicanti ed elitari. Dovete comprendere ogni situazione prima di considerarla/di rivolgervi ad essa. E dovete avere una mente aperta per essere in grado di riconoscere gli elementi positivi all’interno di situazioni che sono irrimediabilmente squilibrate. C’è del buono in tutto. Questa è la creazione di Cristo Micael Aton. Lui ha il controllo. Lui non ha consentito ad altri di creare il male in essa, anche se gli attacchi da parte di alcuni hanno manifestato la negatività ad un punto tale che ora c’è in corso una guerra per strappare il controllo.

L’uomo ha ancora l’abilità di fare scelte in questa incarnazione sulla Terra, benché le sue scelte siano state ostacolate dalla decisione di rimuovere la connessione diretta con le fonti spirituali. Il barlume della natura di Cristo Micael che è rimasta dentro agli individui è facilmente ignorata e fraintesa. Questa miopia ha causato il grado di oscurità che ha dovuto essere tolto/sollevato. Questo è stato fatto. La Luce è ogni giorno più forte in termini di coscienza spirituale. La manifestazione fisica/materiale che l’oscurità ha creato, tuttavia, è unicamente una sfida da superare. Non vincerà, ma è un difficile avversario. L’uomo impara quanto sperimenta. Noi impariamo quanto l’uomo sperimenta.

Il risultato finale è già determinato. Non c’è possibilità di fallimento. Gli unici problemi che restano irrisolti determinano la direzione che prende la progressione verso l’obiettivo stabilito. L’uomo continua a creare idee e noi dobbiamo operare con il continuo cambiamento della forma della creazione manifesta. Il progresso è continuo anche se non se ne ravvisano le realizzazioni.

Il mio consiglio finale è di cercare equilibrio e compassione. Evitate di essere manipolati da altri – sia dalle loro idee che dalle loro azioni. Sdrammatizza le situazioni e insegna alternative o con l’esempio o con l’effettivo insegnamento. Sta arrivando il tempo in cui questo sarà la norma anziché l’eccezione. Io vi guiderò in questa trasformazione.

Esu

Esu, Aton, Siraya, e la Sorgente Creatrice, Tutti Parlano dell’Inevitabile Cambiamento

Commenti oggi? Sono desideroso di ascoltare ciò che è appropriato per me da comunicare. Varietà di fonti vanno bene, se questo è meglio.

Jess, oggi c’è una varietà di oratori. Per primo ci sono io, Esu. Ho molto da dire per prepararsi per ciò che verrà. Il tempo per la chiusura/fine e l’evoluzione è arrivato. Le molte cose che noi vi abbiamo detto con le nostre varie voci, sono giunte alla realizzazione (ndt: sono arrivate a buon fine). Vediamo che un chaos (confusione) politico e un collasso finanziario sono pronti ad accadere. Abbiamo preso in carico entrambe le situazioni e siamo equilibrati/pronti per dare le spinte necessarie per far cadere il precario equilibrio.

Guardo/osservo le crisi politiche in molte nazioni, non solo gli Stati Uniti – come li chiamate voi. Il controllo finanziario si sta allentando, ed i giocatori (ndt: nel senso di “attori delle scene politiche e finanziarie”), che il denaro ha comprato, sono visti per quello che sono veramente. Le decisioni governative che loro hanno influenzato, stanno portando allo scompiglio (chaos) che sta ribollendo. Questa instabilità porterà un vasto numero di persone, colpite da queste decisioni, a riconoscere la vera natura della loro società e la perdita di controllo sulle proprie vite. Col passare dei giorni questa impotenza diventerà più chiara.

Ci vorrà qualche episodio/incidente strategico per innescare questa nuova consapevolezza. Questi (episodi) devono essere, a questo punto, così travolgenti/dirompenti che il pubblico irragionevole (noncurante) vedrà e comprenderà. Questo condizionato stato di inconsapevolezza, è stato uno strumento sviluppato da coloro che cercano di controllarli (=il pubblico). Questo controllo va al di là di ciò che potete immaginare. Non è solo controllo di attività – per quanto questo sia evidente nelle leggi che regolano ogni azione che fate – ma è anche controllo delle percezioni e delle aspettative. Il pubblico in genere non si lamenta perché non sente/percepisce più di poterlo fare  (ndt: che è possibile).

Una volta che gli occhi del pubblico iniziano ad aprirsi, verrà trovato un innato senso di responsabilità personale che è stato attutito/smorzato e ricoperto/sepolto fino ad ora. Questo fa parte del ruolo che prenderò appena inizia questa illuminazione (ndt: questo risveglio). Io sono designato quale coordinatore per portare una nuova percezione. Il mio compito si unisce/si fonde con quello di altri  per guidare la direzione che l’ascensione prenderà. Altri coordinatori hanno il compito di valutare i risultati delle azioni scelte sulla Terra. Altri ancora sono in una posizione tale da prendere decisioni a seguito di queste valutazioni. La chiusura/fine deve accadere per porre fine alle azioni che hanno condotto a questo punto. La Sorgente Creatrice alla quale voi vi riferite come Dio il Padre, ha sempre avuto un determinato punto finale per questa fase di ascensione della Terra, e la natura del processo/procedimento per arrivare a quel punto deve essere rifinita.

L’uomo ha avuto la libertà di scegliere come avrebbe perseguito questo punto finale, e le sue decisioni influenzano la forma/il modo in cui prende corpo/si realizza questa manifestazione. Il livello di complessità di questa chiusura/fine, in verità, è l’evidenza/la prova del livello di intelligenza che è stata coinvolta con la cieca incarnazione dell’uomo sulla Terra. Egli aveva il compito di trovare la via/un modo per tornare al suo creatore senza la diretta guida normalmente fornita. Ciò ha portato a immense difficoltà, ma anche incredibile crescita e maturità. Questo è stato un terreno/banco di prova per uno scenario più difficile e l’uomo ha causato l’imprevisto che avverrà. Egli ha forzato coloro che coordinano il processo di ascensione a modificare i normali parametri e creare un modo per lui di continuare sulla Terra come partecipante attivo. Questo è nuovo e senza precedenti, e il processo è ora diventato un coinvolgimento collaborativo che include entrambi: l’uomo e quelli dalle dimensioni superiori. I parametri non sono testati/provati e l’incertezza dei passaggi ha portato a questo senso di flessibilità nel raggiungimento dell’obiettivo finale.

Il quadro più ampio (ndt: la visione d’insieme) era sempre a posto, comunque, per usare la vostra frase (ndt: modo di dire). Il tempo per la fine e l’ascensione fa parte di un modello più ampio che coinvolge molto di più del vostro universo che non solo la Terra. Questo è il punto in cui la Sorgente Creatrice ha stabilito che sarebbe terminata una fase e iniziata un’altra. I cambiamenti sulla Terra fanno parte di un vasto interconnesso spostamento che porta questa sezione dell’universo più in linea con la luce spirituale della Trinità del Paradiso. I cambiamenti inimmaginabili che avverranno sulla Terra sono solo una minuscola porzione degli immani cambiamenti che sono in atto in tutta la vostra porzione di creazione. Tutto questo per portarvi ad una più forte unità col vostro universo e il vostro creatore come esseri spirituali.

Io sono Aton, il vostro Cristo Micael. Questo titolo significa che Io ho immaginato il vostro mondo e il vostro universo, e che Io vi ho creati per dare corpo alla mia idea di esperienza spirituale. Vi ho modellati con costituzioni fisiche di vari tipi per esplorare e imparare. Io utilizzo tutti voi perché impariate per me. Io sono l’energia creativa che espandete e Nebadonia vi da l’intuito spirituale per sapere come usarla. Tutti voi siete la mia estensione, nel senso che braccia e mani esplorano per il corpo e il cervello. Io faccio esperienza attraverso voi. Il mio desiderio è che voi ricordiate questa connessione. La Terra è stata speciale per me in quanto luogo della mia propria esperienza fisica. Guardo questa parte della mia creazione come ad uno straordinario gioiello che è divenuto opaco, quasi irriconoscibile. Io voglio recuperare quella bellezza incontaminata come parte della vasta evoluzione che si sta attuando.

A tal fine, Io intervengo di nuovo per essere coinvolto nella direzione in cui va il mio pianeta. Ho fatto molti passi per raggiungere il punto in cui ci troviamo ora. Io ho autorizzato le iniziative che l’uomo ha avviato per raggiungere le loro inevitabili conclusioni, e ad una ad una ho permesso alle mie forze di farsi carico dei processi. Noi adesso abbiamo il controllo sulle decisioni e nessuna nuova direttiva sarà ordinata che non sia in linea con i miei desideri.

La percezione del pubblico è solo (quella) delle lotte disperate che si stanno svolgendo per mantenere il controllo. Queste lotte sono ormai inutili. Molto verrà rivelato e spiegato non appena l’uomo inizia a riprendersi la sua responsabilità. Questo sta accadendo ora.

Io sono Siraya. Io parlo di nuovo, dato che ho parlato prima a Jess su di un collegamento con il suo scopo spirituale. Io esprimo le idee della Sorgente Creatrice al suo universo di Orvonton, e Io dico che questo processo è inarrestabile. La distintiva forma che questa evoluzione prende sulla Terra è modellata da coloro che hanno lavorato per preparare la strada perché questo accada. L’uomo sulla Terra ha un innato senso di cosa è vero e questo gli viene indicato dai mezzi che egli è arrivato ad amare/avere a cuore, in quanto personificazioni della verità. L’uomo riconoscerà ciò che è in allineamento con il suo creatore attraverso gli aspetti della sua vita che sono in risonanza con lui. Egli avrà consapevolezza di ciò che è giusto e ciò che fornisce nutrimento spirituale. Egli riconoscerà che l’apparenza della sua esistenza è arrivata ad ignorare questa verità, e cercherà di rimuovere gli elementi che impediscono il suo allineamento col suo creatore. Egli sperimenterà la gioia che questa unità porterà. La sua esistenza sulla Terra diverrà l’estensione di Cristo Micael Aton, quale era una volta.

Io sono la Sorgente Creatrice come voi mi chiamate, e Io parlo direttamente. Io ho stabilito che la vostra esistenza sulla Terra è pronta a fare il prossimo passo. Questo (passo) è uno di una illimitata sequenza (di passi) che farete. Io ho la visuale del processo e conosco come si evolverà. Io ho creato quelli per realizzarlo. Molti livelli di connessione e coordinazione, tutti essendo parti della mia creazione. Voi siete la mia visione. La mia è una visione di gioia.

Esu avvisa di essere preparati

Esu, parlami di quanto si sta avvicinando. Preparami. Segnalami dove dovrei porre la mia attenzione.

Si, Jess. Sono qui oggi per darvi avvertenze e suggerimenti per ciò che sta per passare/accadere. L’opinione unanime è che una lezione deve essere appresa prima che la situazione in essere giunga alla conclusione. L’insegnamento, per questo, sarà duro e farà aprire-gli-occhi. Molto sarà visto/percepito come una bugia. Molto sta operando con scopi falsi.

Molte persone ignorano la situazione in cui vivono. Molti saranno arrabbiati e si solleveranno (ndt: reagiranno) per cambiare quello che trovano/scoprono che sta accadendo. Non ce la faranno, per la maggior parte. Prospettive di comode soluzioni saranno tentate, e le possibilità disponibili saranno limitate.

Questa scarsità metterà alla prova gli uomini e li forzerà/spingerà ad essere auto-sufficienti. Se essi non sono in grado di trovare una soluzione per se stessi, non sono in grado di prendersi la responsabilità per le loro vite. L’uomo deve farsi completamente carico della propria esistenza. Deve prendere le proprie decisioni e non supporre che altri provvederanno/forniranno ciò che serve alla sua esistenza.

Questo è un passaggio necessario, benché inizialmente noi non avevamo pianificato di attuarlo. Abbiamo sperato che l’uomo diventasse abbastanza perspicace da riconoscere la prigione in cui vive. I parametri della sua esistenza, sfortunatamente, hanno reso questa realizzazione quasi impossibile. L’uomo non si rende conto che sta vivendo in una confortevole prigione con (ndt: possibilità di) movimento più limitato di quanto egli si avvede.

Perché stiamo facendo questo, ci chiedete? Perché l’uomo è parte della creazione – e la creazione, come entità, sta cambiando il contesto dell’umana esistenza. Il mondo sta cambiando per il meglio, e tutti gli aspetti della manifestazione della creazione devono sincronizzarsi. La natura fisica dell’uomo deve adattarsi; la sua anima sarà lieta di lavorare/operare per mezzo di un supporto/veicolo (ndt: il corpo fisico) più efficiente.

Noi abbiamo deciso che le lezioni che abbiamo in programma di insegnare in seguito, non sarebbero tanto significative senza una esperienza di vita di prima mano (ndt: diretta), senza presupposti di base. E’ divenuto necessario fornire uno strumento per vedere cosa in realtà è la vita sulla Terra, al fine di sottolineare il valore del dono della vita come sarà una volta che la Terra si sposta su un livello superiore di ascensione dell’energia. L’uomo non avrebbe realizzato/compreso l’importanza del dono a meno che avesse sperimentato come è la vita senza di esso.

Io darò lezioni come assicurato. La mia presenza è più da osservatore a questo punto. Devo vedere come l’uomo è capace di valutare la sua situazione quando si trova di fronte ad ostacoli imprevisti. La sua vita sulla Terra – per quanto manipolata e superficiale – è in genere ancora una comodità senza minaccia. La maggior parte della popolazione della Terra non è stata costretta ad affrontare grandi sfide per un lungo tempo. Questo è quanto sta per accadere ora.

L’uomo deve essere pronto per l’imprevisto. Egli deve imparare ad affidarsi alla sua guida interiore e alla propria intraprendenza. Poiché l’uomo è condizionato a non essere auto-sufficiente, dovrebbe mettere da parte certe necessità per rendere la sua esistenza meno fastidiosa. Una certa preparazione per l’inevitabile è meglio della totale sorpresa.

Chiedete a voi stessi cosa vi occorre per sopravvivere se all’improvviso le risorse non fossero disponibili? Cosa succederebbe se aveste vissuto la distruzione per effetto di un disastro naturale? Cosa succederebbe se come conseguenza non aveste elettricità? Cosa succederebbe se non aveste denaro o mezzi per averlo? Cosa succederebbe se non aveste mezzi di trasporto? Quanto al sicuro sareste nella vostra casa? Come vi mettereste in contatto con gli altri nelle vostra comunità? Quanto sareste capaci di volgervi al vostro interno e affidarvi alla guida spirituale e all’intuizione? Assumersi la totale responsabilità significa avere una risposta per queste domande di base e non aspettarsi che qualcun altro risolva i vostri problemi. Quanto questo è fattibile per voi?

Il pericolo di potenziali disastri è oggi chiaramente visibile. La possibilità è reale per il crollo economico, il conflitto militare senza precedenti, caos politici interni, o legge marziale – ognuno di questi (eventi) potrebbe causare la distruzione globale se opportunamente orientati/direzionati. Il sistema della rete elettrica potrebbe cadere/non funzionare. La fornitura di normali servizi potrebbe essere bloccata. Pensate a come potreste reagire se vi trovaste ad affrontare simili scenari. Potreste mantenere il vostro personale equilibrio e attingere dalle vostre esperienze per intuito? O sareste paralizzati dalla paura e rimarreste inermi?

Questi scenari non sono più ipotetici, devo dirlo. L’uomo sarà testato/messo alla prova. Coloro che troveranno la loro strada attraverso le prove in arrivo, saranno accolti nell’ascensione della Terra come membri del nuovo universo, resilienti/forti e fiduciosi.

Chiedete consiglio/aiuto/orientamento e lo riceverete.

Esu

Esu parla dell’Impegno e del Completamento

Jess – Esu, mi è venuto in mente il tema dell’impegno e del completamento. E’ qualcosa di cui desideri parlare? Attendo la tua connessione e intuizione.

Esu – Jess, io sono qui. Sento che è tempo di affrontare più specificatamente quello che hai chiesto. Questo è un argomento che abbiamo già considerato e a cui abbiamo brevemente accennato prima. E’ un tema che ha una certa complessità in termini di come le persone guardano al problema e come si inserisce nel piano di Christ Michael Aton per la cooperazione sulla Terra.

Le persone che abitano la Terra in generale ritengono che l’impegno sia dare se stessi oltre i desideri di un altro. Trovano le idee dell’altra persona più razionali o stimolanti e sentono che le loro percezioni, in confronto, sono inadeguate. Sentono un senso di insicurezza in se stessi e si appigliano ad un altro piano per avere fiducia in quello che scelgono di fare.

Questo non è equilibrato. Un’altra persona non comprende le vere esigenze che qualcun altro ha, non importa quanto analitica o persuasiva possa essere. L’atto di imporre le proprie idee a qualcun altro è sbagliato tanto quanto quello di un’altra persona che cerca di sostituire le sue idee con quelle di qualcuno che presume siano migliori. Una persona non prende abbastanza responsabilità per se stessa, mentre un’altra si assume troppe responsabilità rispetto ad un’altra senza un valido motivo.

Christ Michael Aton chiede che le sue creazioni comprendano il loro legame con lui e cerchino di esplorare la loro esistenza sulla Terra entro i parametri che lui ha istituito. A coloro che si sono incarnati è stato dato il libero arbitrio, ma le loro scelte per lo più derivano: o dall’abbracciare il legame con il loro Creatore e vivere secondo i suoi piani, o dal negare il chiaro collegamento che egli offre e lottare per vivere in contrasto con le sue benedizioni. Tutto il resto si evolve realmente da queste due opzioni.

In entrambi i casi lo scenario è definito dal grado di accettazione del Creatore. Il concetto di responsabilità ha un ruolo interessante in queste decisioni. Coloro che riconoscono la loro unità con Christ Michael Aton intanto trovano che la gamma di scelte che devono affrontare si espandono in modo esponenziale. Tutta la creazione è legata al Creatore, e la consapevolezza di un individuo di essere collegato a tutto questo porta un senso di profonda armonia e appagamento. Tutte le decisioni sono giuste quando sono in allineamento con Christ Michael Aton. La costante sensazione di affermazione crea un senso di fede nelle proprie percezioni e scelte.

Questa profonda convinzione circa l’adeguatezza delle decisioni, permette a un individuo di prendere la responsabilità completa per tutte le scelte e le azioni. Tutto è determinato nel dialogo con il Creatore, e tutte le azioni di conseguenza sono appropriate. Questo individuo sicuro non ha bisogno di pareri o dell’influenza di un altro nel determinare quale direzione deve prendere la sua vita.

Le persone che non ascoltano i consigli del loro Creatore, stanno assumendo il controllo sulla propria vita senza la garanzia di fare le scelte giuste. Risultati immediati possono sembrare un grande raggiungimento, ma le premesse per tali decisioni e le successive azioni sono scollegate dalle intenzioni del Creatore. Il risultato finale è sempre un fallimento, perché non è in armonia con il piano di Christ Michael Aton per il suo Universo.

Gli individui che non si consultano con il loro Creatore non prendono sul serio le responsabilità coinvolte nelle loro incarnazioni. Il messaggio di Christ Michael Aton è diffuso a livello mondiale, a questo punto, e ci sono alcuni che non hanno una certa comprensione di come la Terra dovrebbe funzionare. Coloro che scelgono di ignorare i suoi desideri, ora non hanno posto nell’unità della Creazione. Come Christ Michael Aton ha concluso, questi giorni di disarmonia e squilibrio stanno finendo.

In considerazione di questa realtà determinata, la nozione di impegno è diversa. Il vero impegno per un individuo passa attraverso la consapevolezza del ruolo che lui o lei giocano all’interno del piano del Creatore. Un ulteriore fattore importante è la conoscenza che nessun scopo individuale è più o meno importante di un altro. Questo tipo di impegno certo include una responsabilità individuale completa. Tutte le scelte responsabili vengono fatte dopo un dialogo con il Creatore per confermare la loro adeguatezza. Una volta che le opzioni sono discusse, un individuo può scegliere liberamente  quale linea di azione si adatta meglio alla sua situazione, dati i parametri modificabili che possono influenzare queste scelte. Il Creatore non detta i termini delle decisioni, né determina le azioni conseguenti; lui solo approva o disapprova le intenzioni della selezione.

Una volta che la scelta è fatta, le azioni scelte devono essere eseguite. Il Creatore rimane di sostegno, anche se la decisione non è appropriata allo scopo di un individuo. La Creazione dà forma alle idee, e all’uomo è permesso di essere un co-creatore sulla Terra attraverso il suo naturale libero arbitrio. L’uomo pensa nel contesto della sua esistenza e seleziona i corsi delle azioni. Giustamente, anche lui dovrebbe essere responsabile delle sue decisioni e dei loro risultati. Spesso non lo è. L’esito delle sue scelte può essere illogico o inaspettato. Per evitare questo, il compito dell’uomo è quello di diventare consapevole dell’importanza delle sue scelte nel raggiungere il proprio scopo individuale in questo mondo creato. Per gran parte del tempo non riesce a seguire le intenzioni di Christ Michael Aton.

La nozione di completamento è un corollario all’impegno. Una volta che una persona s’impegna con un’idea, il concetto ha una forma e una realizzazione. Sebbene i risultati finali variano, hanno una conclusione. Se la persona che prende una decisione ha un legame con il suo Creatore e la consapevolezza del suo ruolo individuale nella creazione, le sue scelte mostrano un forte impegno riguardo alle intenzioni di Christ Michael Aton per lui. Le scelte, la sequenza degli eventi, ed i risultati finali riflettono ciò che l’uomo vuole raggiungere per il suo Creatore. Le azioni riconoscono il suo Creatore, pienamente o meno.

Se qualcuno ignora le intenzioni di Christ Michael Aton, è impegnato solo per se stesso. I risultati che raggiunge soddisfano solo il suo ego. Questa conclusione di auto-riferimento è disarmonica e non in equilibrio con le intenzioni della Terra e di questo Universo. La potenza di questo risultato spesso crea un blocco per gli altri che cercano di discernere il proprio legame con il Creatore. Essi dovrebbero essere in grado di riconoscere il loro collegamento individuale da se stessi, ma i poteri persuasivi che guidano l’ego sono un’attrazione troppo forte da contrastare. Troppo pochi possono riconoscere la disarmonia che questo corso di azioni crea per il loro scopo individuale. Troppo pochi sono in grado di respingere l’attrazione che questo richiamo esterno ha sul loro senso di sé non formato.

In contrasto con questa pervasiva corrosione dello scopo, gli Operatori di Luce devono assumersi il compito di creare esempi di vita centrati su decisioni equilibrate e azioni allineate. La consapevolezza dello scopo individuale modella i parametri di esplorazione; non ci sono limiti imposti dalla cultura o da chi detiene il potere. L’impegno riconosce la connessione, ma non limita la scelta. Il Creatore vuole sperimentare la sua Creazione completamente e si aspetta che le sue creazioni scoprano tutto ciò che è possibile. L’uomo non è limitato dal suo allineamento con il suo Creatore; ha una gamma infinita di scelte da fare che consentono al Creatore di sperimentare il suo universo attraverso di loro. Le possibilità sono infinite, ed i risultati sono oltre ogni immaginazione.

Esu Immanuel Kumara

Traduzione  Lina Capettini 9-3-13

Christ Michael fait des commentaires sur la réalité et la création

Je pense qu’il est temps d’écouter des commentaires. Je suis ouvert à quiconque souhaite prendre la parole.

Jess, c’est Christ Michael, comme vous m’appelez. Je suis en vous, il n’est donc pas difficile pour moi de prendre la parole chaque fois que j’en ressens la nécessité. Le mystère entourant les messages auditifs et les commentaires de vos guides n’est pas aussi compliqué que les gens croient. Il s’agit de la suppression de votre esprit des pensées qui encombrent votre attention et d’être prêt à entendre ce que nous avons à dire. N’importe qui peut le faire s’il se laisse faire. Pensez à cette déclaration. Ma disponibilité est constante, ce n’est que l’incertitude de l’auditeur qui crée la barrière.

Vous avez été préoccupé par les activités qui ont enrichi votre vie personnelle et votre vision de vous-même. C’est une bonne chose. Je ressens la joie que vous avez lorsque vous accomplissez une tâche que vous vous êtes vous-même fixée. Je sens aussi la déception ou la frustration que vous ressentez, quand votre résultat prévu n’est pas atteint. La perception de vos actions et de vous-même sont des facteurs qui colorent votre volonté d’accepter le résultat final comme une création. Vous ressentez l’échec lorsque vous mesurez selon les normes que vous avez imaginées, alors que vous devriez considérer le résultat final comme une réussite incroyable. Vous avez formé une idée qui se reliait avec votre environnement physique. C’est de la création, ne vous méprenez pas à ce sujet.

Je comprends votre sentiment d’inquiétude face à ce qui semble être des retards de plus en continus. Soyez assuré, il y a un objectif de fin défini, qui est déterminé. Ce ne sera pas empêché. Cependant, le processus pour atteindre ce point est toujours en mouvement, car ce que vous pensez être une seule réalité solide est en réalité un vaste arrangement de choix qui déterminent ce qu’est la réalité. La réalité est une séquence de choix qui se connectent depuis l’idée de départ jusqu’au produit fini. Une fois que le produit final est atteint, l’homme a tendance à regarder la séquence comme étant la seule voie vers le résultat. Ce n’est pas le cas. Il y a autant de séquences vers les résultats qu’il y a de personnes qui font des choix. Il n’y a pas deux choix individuels qui sont exactement les mêmes. Tous sont pris en compte par la personnalité de l’individu, les paramètres définissant les options de choix, et la perception sur la meilleure façon de procéder. Aucune séquence de choix n’est meilleure c’est-à-dire  qu’aucune nature d’un choix est supérieure à l’autre, tous font partie de mes expériences à travers des individus. Cependant, pour l’homme, la nature du résultat final colore les décisions en cours de route. Certaines séquences sont réputées moins alignées juste à cause de la nature du résultat final. Le processus lui-même n’est pas défectueux seulement la capacité de discerner la séquence la plus spirituelle en termes de rester aussi étroitement aligné sur ma vérité que possible.

L’alignement avec moi vient en autant de couleurs que les natures des individus qui cherchent à être alignés. Je suis toute ma création, et les aspects de ma création se reflètent à moi. Certains aspects brillent plus que d’autres, comme vous le savez. Malgré cela, je ne condamne pas ceux qui sont plus sombres dans leur réflexion de ma lumière. Vous me percevez comme déçu, frustré, et à bout de patience au sujet de l’incapacité des soi-disant sombres de voir la vérité. Souvenez-vous que je les aime toujours. Tout ce que vous comprenez est pris en compte par votre discernement et les expériences passées, vos caractérisations de mes sentiments sont des extensions de vos propres réactions émotionnelles. Vous me percevez à l’image de vous, et vous me faites réagir comme vous le choisissez pour vous en fonction de vos souvenirs et perceptions. Je suis cela pour vous, mais je suis beaucoup plus. Votre tâche est de me voir au-delà de vos limites individuelles.

Beaucoup refusent de le faire. Cet aveuglement à la lumière a provoqué l’état désastreux dans lequel se trouve votre monde Les libres choix que l’homme a fait sur votre planète ont conduit à des problèmes inimaginables, parce que l’homme a refusé de demander mon aide. Il a pris sur lui d’être à l’origine de la création, pas moi. Je suis oublié et ignoré. L’homme ne comprend pas les limites de sa compréhension, et il présume aveuglément qu’il sait tout. Ce point de vue myope l’a amené à créer des religions et des structures politiques qui complètent ses perceptions erronées. Il s’agit d’une réaction en chaîne de mauvais choix et d’énormes erreurs et les produits finaux ont créé la situation chaotique dans laquelle vous vous trouvez à présent. J’ai créé les moyens pour que cela se produise, et je stoppe la possibilité que cela continue. C’est mon droit en tant que créateur. J’aime mes créations, mais je veux qu’elles fonctionnent aussi parfaitement que ma perception originale de leurs capacités.

Ceci se passe maintenant. Je ferme les canaux de mauvaise orientation et de fausseté. Il est temps pour l’homme de voir clairement à nouveau et d’être capable de faire des choix éclairés avec ma vérité, pas avec les mensonges de l’homme. J’ai toujours imaginé une terre qui était une belle extension de mon amour et de ma volonté. La meilleure façon pour les autres de percevoir ma vision est de recréer l’expérience à travers l’exploration et le choix des résultats. L’homme est créé pour refléter mon intention. Il ne me comprendra pas pleinement jusqu’à ce qu’il s’aligne avec moi. C’était mon rêve et ma façon de guider ma création vers ce résultat final.

La Terre a été un terrain d’entraînement et un laboratoire d’expériences pour l’homme. J’ai vécu cette vie à travers mes créations. Je suis en tout et je ressens tout. Votre jugement et la sélection du bien et du mal a été votre choix. Je suis votre pensée et vos activités pour observer votre interprétation de votre situation. Si vous me demandez d’être avec vous, je suis là. Si vous choisissez de m’ignorer, je constate que vous prenez des mesures qui ne sont pas en alignement avec moi. Je ne punis pas comme vous le supposez. Je regarde l’homme comme il éprouve son propre sentiment de culpabilité et le sentiment de punition. J’offre mon aide, même dans les situations les plus désespérées. L’homme choisit de l’accepter ou non.

Je veux passer à la phase suivante, à ce stade. J’aime toujours ma création et je la soutiens toujours, mais il est temps de passer à un niveau supérieur de conscience spirituelle. C’est la décision de mon créateur. Dans le prolongement de la source principale, j’expérimente mon univers créé pour lui, tout comme vous expérimentez mon univers pour moi. Il a déterminé un changement, et je le facilite.

L’homme va avoir l’occasion de découvrir ce changement avec moi. Mes plans ont déterminé une façon pour que cela se produise. C’est en œuvre maintenant. Je dissipe les malentendus et crée un nouveau modèle pour l’homme d’expérimenter de nouvelles idées. Il a plus à explorer pour moi, tout comme j’ai plus à explorer pour la source principale.

Soyez prêt pour cela.

Christ Michael Aton

Traduit de l’anglais par Marie-Louise