Esu Parla in merito alla Interpretazione di un Ruolo

5 Aprile 2009

 Esu, oggi chiedo consiglio. La mia mente ha passato in rassegna le possibili indicazioni. Sto seduto qui con i bagagli che ho fatto e rifatto per quattro anni. Sono state date scadenze, ma poi non rispettate. Ho cercato di mantenere la concentrazione nonostante l’assenza di un visibile cambiamento nel senso più ampio del termine. Non vedo la necessità di discutere con le persone che agiscono/vivono a livello  emotivo con fissi preconcetti. Accetto il fatto di essere impaziente, ma sono anche stanco di girare in tondo. Devo continuare a vivere la vita che qui ho creato e che mi fa avere quel tanto di gratificazione fisica che posso procurarmi in questa incarnazione. È difficile vivere due o tre vite e nessuna di esse ha un impegno totale. Voglio andare avanti. Non vedo l’importanza di continuare con lo stato attuale. Se tutto è continuo, perché questa necessità di aderire a uno scenario che cambia continuamente per determinare quando iniziare il cambiamento? Non si arriva mai al punto. Non c’è una tempistica superiore che determina il cambiamento inevitabile? Ti chiedo di parlare di questo, oggi. Riafferma il mio scopo e spiega cosa sta accadendo.

Si Jess, sono qui. Tu fai molte domande e molte affermazioni. Molto è perfettamente ragionevole dalla tua prospettiva. Devi valutare le nostre azioni in base a ciò che consideri come logiche progressioni e azioni sequenziali. Ci sono cause ed effetti. Ci sono delle ragioni per cui le cose accadono secondo una certa progressione e le cause che conducono alla sequenza illogica, a tuo avviso, sono in molti casi al di là della portata della tua attuale comprensione. So che questo suona condiscendente, ma stai lavorando attraverso una incarnazione che è volutamente scollegata dalla gran parte della consapevolezza che avevi una volta. Questo residuo della tua consapevolezza è ciò che ti scoraggia e ti fa cercare ulteriori spiegazioni. Ti mancano i diretti collegamenti con lo scopo Universale e a questo punto cerchi di ristabilirli. La tua attuale consapevolezza è cresciuta molto e tu sei diventato insoddisfatto del livello della tua comprensione.

Non si tratta di una accusa; è solo un’osservazione su cosa hai scelto di fare questa volta. Questo è stato tutto fatto per un buon fine che ha prodotto un ottimo modo di scrivere e un’utilissima fonte di ispirazione per la collaborazione e lo sviluppo. Questa volta hai scelto di incarnarti come artista in grado di incoraggiare la tua arte e quella di molti altri. Questo è il tuo metodo per aumentare il livello di consapevolezza universale della verità e interezza. Compassione e comprensione derivano da accordo e soddisfazione attraverso l’arte. L’arte fornisce una forma/sagoma per il tuo insegnamento. La produzione creativa fornisce un esempio da utilizzare come modello di ideazione e di azione.

Il caos che si vede al momento nel vostro mondo, è in gran parte il risultato di cattiva comunicazione e incomprensione dell’ideale di unità e cooperazione, nel senso di un rispettoso trattamento di tutti. La guerra non è possibile all’interno di quell’ideale. L’acquisizione dei consumatori e le lotte di potere nel mondo degli affari, sono sintomatici dello stesso desiderio di controllo come la guerra. Tutto questo è sintomo delle esigenze di pochi a [volere] determinare le esigenze di tutti. Il concetto degli Illuminati è un’immagine di comodo che assume una forma individuale in chiunque conosca il concetto.

Chiunque sia informato sul gruppo di controllo, ha la propria percezione di cosa sia questo gruppo, in base alle proprie paure e carenze. Questo in realtà è solo la manifestazione del rifiuto del piano di Christ Michael/Cristo Micael Aton per l’organizzazione e interazione Universale. La fonte/causa è al di là della vostra comprensione in termini di incarnazione che si materializza, di reazione alla sua manifestazione, come [per] tutti gli aspetti del suo Universo. Questo voi lo vedete manifestato come un gruppo che avete etichettato ‘the Dark/il Buio/l’Oscurità’, come opposto a quelli consapevoli, a un certo livello, dell’unità e della considerazione, centrale/fondamentale per quella che viene chiamata la Luce.

Ogni cosa è energia. L’energia connette a infiniti livelli di vibrazione e movimento, e assume differenti forme in base al contesto delle frequenze che interagiscono e sincronizzano le velocità delle loro vibrazioni. La realtà fisica che pensate di percepire, è davvero la vostra immagine mentale che spiega i movimenti di energia che compongono il vostro pensare. La vostra vita è una proiezione che fate per potere interagire a questo livello di vibrazione energetica e a questo livello di disordine. La resistenza si è stabilita qui a questo livello di vibrazione energetica e voi, che avete scelto di interagire con essa, assumete la forma necessaria—che è ciò che percepite di voi stessi e dell’ambiente intorno.

Il caos politico e gli sconvolgimenti economici sono meramente riflessi delle incongruenze che si incontrano nel movimento dell’energia. L’energia si lega insieme a lunghezze d’onda dello stesso tipo e forma potenti strutture che resistono al flusso di energia che portate al punto focale. La vostra energia può essere di frequenza superiore, ma richiede più tempo per sincronizzare un tale costrutto rafforzato che opera a un livello inferiore con una differente forma materializzata nel vostro pensare. Questo, al momento attuale, appare alla vostra mente come battaglie vere e proprie ed emotive, contro idee che prendono la forma delle realtà fisiche nel costrutto dimensionale. I vostri innati preconcetti interpretano questa battaglia di energia come fosse fisica, con gente reale e pericolo reale.

Le vostre esperienze emotive vi hanno condizionati a sentire dolore e paura. La vostra incarnazione ha creato queste interpretazioni di reazioni energetiche. La vostra attuale forma si identifica con queste reazioni emotive e controlla il vostro senso di consapevolezza di come le affrontate. Voi sentite qualcosa che identificate come dolore. Voi sperimentate la disperazione perché associate la resistenza, che il blocco di energia presenta, con le precostituite percezioni di perdita di controllo e incapacità di determinare la vostra propria esistenza.

Questi sono tutti preconcetti e interpretazioni emotivi che non hanno alcuna validità nello stabilire la vostra continua esistenza come entità spirituale. Voi siete solo partecipi in questo scenario perché avete accettato di impegnarvi in esso. Potete letteralmente vedere questo come l’interpretazione di un ruolo in una commedia/opera teatrale. Voi avete un personaggio e dite le battute che vi sono state assegnate. La vostra parte di interazione, che produce il prodotto finale, è focalizzata sul vostro contributo. Avete perso di vista il fatto che state recitando. Questa esistenza quotidiana è quella che state creando con milioni di altri attori che hanno dimenticato di essere in una commedia/una recita. Questa recita è in gran parte improvvisata, per quanto riguarda l’azione e il dialogo, ma ha un punto finale che è determinato dall’ambiente circostante in cui la recita avviene.

L’Universo e il sistema solare di cui siete parte, determinano come la Terra progredisce in quanto parte della sua propria interazione. La recita sulla Terra sta avvenendo entro il contesto di una recita più vasta che sta avvenendo con i pianeti e il sole. Essi si influenzano l’un l’altro, ma la recita più vasta ha la precedenza. L’uomo è sulla Terra per stabilire certe variabili che devono essere impostate per consentire alla più ampia interazione, nel sistema solare, di funzionare completamente. La recita sulla Terra continua fino a quando vengono soddisfatti i requisiti del sistema più vasto. Questo sta raggiungendo il punto di realizzazione.

L’impazienza che senti è veramente la tua consapevolezza che qui c’è di più in gioco. La frustrazione è dovuta alla consapevolezza di qualcosa di più che sta accadendo, che serve uno scopo più universale. La tua consapevolezza di questo, influenza le tue percezioni della tua esistenza visibile. Le tue interpretazioni mentali sono colorate da questo desiderio di maggiore equilibrio e unità. Questo è il ruolo dell’arte ed è per questo che hai scelto questa strada.

Non posso darti il programma/la tempistica definitivo di quando questo [scenario], per come si presenta adesso, finirà. Vedo il completamento e la disponibilità a procedere, ma non vedo la decisione. Ancora una volta ti/vi lascio con l’indecisione e la mancanza di date concrete o piani d’azione. Posso solo dirti/dirvi di stare pronti a muovervi e di essere disposti a spostare  l’attenzione a un livello di percezione che è al di là di ciò che avete attualmente. Questo accadrà molto presto, ve lo assicuro. Tutte le condizioni sono soddisfatte e i concetti sono messi a punto riguardo a come prenderà forma questo cambiamento. Manca solo la decisione di Christ Michael/Cristo Micael Aton per iniziare il cambiamento.

Esu.

Data traduzione: 30 Agosto 2015

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Anti-spam: complete the taskWordPress CAPTCHA